Si informano lavoratrici e lavoratori che si è svolto oggi il previsto incontro fra le OO.SS. ed il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti.

Le OO.SS. presenti erano numerose (CGIL, CISL, UIL, UGL, FLP, USB e un sindacato autonomo di motorizzazione) mentre la delegazione ministeriale era guidata dal Vice Ministro Nencini.

Nell’incontro il Vice Ministro ha affermato la volontà di perseguire la strada dell’unificazione degli archivi in sede di Motorizzazione pur non presentando una proposta definita ed articolata ma limitandosi a dichiarazioni generiche di volere “l’interesse dei cittadini ad un servizio più snello, la necessità dello Stato di procedere a risparmi, la semplificazione e razionalizzazione delle competenze, oggi distribuite fra Ministero e Aci, la salvaguardia del ruolo pubblico del servizio e il mantenimento dei livelli occupazionali”.

Le OO.SS. hanno assunto posizioni variegate rintracciabili dai comunicati che alleghiamo e confermate dai contatti telefonici che abbiamo avuto con alcuni rappresentanti sindacali.

Alla luce di tutto ciò appare chiaro quanto già evidenziato nell’assemblea odierna:

–       Si stanno intensificando gli incontri per andare a definire il progetto di riforma, per altro è previsto un nuovo incontro fra ACI e Ministero all’inizio della prossima settimana;

–       Non è ancora emerso un progetto definito e puntuale di tale riforma e pare di assistere principalmente ad una prova di forza fra le diverse Amministrazioni sulla soluzione da perseguire fino ad una diversa interpretazione giuridica della norma approvata con la legge di stabilità;

–       Rimane indefinito il destino delle lavoratrici e dei lavoratori al di là delle generiche affermazioni di principio.

Questo conferma la validità del percorso definito e cioè la richiesta urgente di convocazione al Ministero (che presenteremo venerdì), il confronto con i vertici ACI e l’attenzione verso tutto quello che accade pronti a mobilitarci per tutelare il nostro posto di lavoro.

Dalla cronaca dell’incontro sembra di cogliere, da parte del Vice Ministro, il tentativo di piegare le OO.SS. ai propri voleri. Il tentativo per ora non è riuscito e a nostro avviso evidenzia le difficoltà ad aprire uno scontro frontale con i lavoratori. Questo conferma che si è aperta una fase nuova nella quale sarà necessario un maggiore protagonismo delle lavoratrici e dei lavoratori.

Comunicato CGIL

Comunicato Cisl

Comunicato UIL

Comunicato USB

Comunicato UGL

 

La RSU

30 aprile 2014

 


Pin It on Pinterest

Share This