Le Lavoratrici e i Lavoratori di Aci Informatica, riuniti oggi in Assemblea, rivendicano i risultati raggiunti in questi 6 giorni di mobilitazione al Senato, che hanno consentito, anche questa volta, di modificare le decisioni parlamentari e come primo risultato di evitare l’obbligo di vendita o chiusura delle Società in House.

Questo risultato non è stato indolore per le lavoratrici ed i lavoratori, perché ha richiesto una presenza costante in piazza e 6 giorni di sciopero: un sacrificio enorme per noi tutti.

Tuttavia questo risultato non va solo a vantaggio di lavoratrici e lavoratori, ma anche dell’Azienda nel suo complesso, che in questo modo vede garantita la propria esistenza.

Per questo i costi della mobilitazione non possono ricadere sui lavoratori e sulle lavoratrici e pertanto l’Assemblea richiede l’istituzione di un Fondo di Solidarietà, così come effettuato nel 2007, per chiunque abbia partecipato agli scioperi per le mobilitazioni.

Mozione approvata all’unanimità il 30/7/2012

Pin It on Pinterest

Share This