Si è svolto oggi il previsto incontro con la Direzione in merito al punto 2 della “dichiarazione programmatica su trattative sindacali” sottoscritta dalla Direzione aziendale e la RSU in data 18/12/2012.

In base a quanto stabilito nel verbale dello scorso 14 marzo la Direzione avrebbe dovuto rispondere in merito alle proposte della RSU volte all’equilibrio del bilancio 2013 e le parti avrebbero dovuto verificare la possibilità di giungere ad un accordo sullo smaltimento delle ferie arretrate e sul godimento delle ferie in corso d’anno.

In realtà, come potrete rilevare dal verbale che alleghiamo, la Direzione non ha dato alcuna risposta alle nostre proposte per l’equilibrio del bilancio 2013 ed in merito alle ferie (arretrate e in corso d’anno) ha dichiarato che non vuole fare un accordo sulle ferie correnti e che sulle ferie arretrate un eventuale accordo è una “concessione” che fa alle lavoratrici ed ai lavoratori solo se gli stessi accettano di farsi decurtare di 3 milioni di euro il proprio salario. Peraltro nel merito dello smaltimento delle ferie arretrate vogliamo sottolineare che la Direzione afferma che la proposta presentata dalla RSU, come da mandato dell’assemblea, sarebbe anche apprezzabile se non fosse per il “piccolo neo” di tener conto della volontà delle lavoratrici e dei lavoratori mentre per la Direzione tale volontà non deve essere considerata.

Appare evidente la provocatorietà e la pretestuosità della posizione della Direzione ma saranno i fatti, che hanno la testa dura, a fare giustizia delle legittime ragioni delle lavoratrici e dei lavoratori.

La RSU rimane in attesa che venga fissata la data per il prossimo incontro della trattativa in merito al punto 2 della “dichiarazione programmatica su trattative sindacali” sottoscritta dalla Direzione aziendale e la RSU in data 18/12/2012 anche per conoscere la posizione dell’azienda sulle proposte presentate.

Aggiungiamo che ci giunge notizia che alcuni dirigenti stiano facendo pressione su lavoratrici e lavoratori perché pianifichino le ferie; al riguardo teniamo presente che la richiesta deve essere fatta per iscritto e nel rispetto di quanto previsto dal CCNL e dagli accordi aziendali integrativi, per cui oltre alle indicazioni che seguono se avete qualche dubbio o subite delle pressioni dai vostri responsabili segnalateli alla RSU.

Intanto diamo indicazione alle lavoratrici ed ai lavoratori di non collaborare alle richieste aziendali di smaltimento delle ferie arretrate e di pianificazione di quelle correnti: la scienza operaia ci insegna tanti modi per evitare le imposizioni padronali. Non è sopportabile alcuna imposizione su un diritto, quello al riposo, che le lavoratrici ed i lavoratori si sono conquistati con durissime lotte; che un management assolutamente incapace di governare gli interessi dell’azienda voglia lavarsi le mani crocifiggendo chi lavora è scandaloso ed intollerabile.

Insieme alla non collaborazione sosteniamo con forza le lotte in atto e le ulteriori iniziative che verranno programmate nei prossimi giorni.

 

Ricordiamo infine che per lunedì 25 marzo è stato fissato un incontro in sede di Unione degli Industriali e delle Imprese di Roma e del Lazio; ignoriamo le ragioni di tale appuntamento ma sottolineiamo i rischi insiti in una convocazione in sede di organizzazione padronale per sua natura di parte e rappresentativa di interessi non solo estranei ma contrapposti al sistema della Pubblica Amministrazione: è una lobby fra le più determinate a chiedere la chiusura delle società in house.

Pertanto, come già preannunciato nella nostra ultima assemblea, invitiamo le lavoratrici ed i lavoratori ad essere presenti in questo importante passaggio per difendere i nostri posti di lavoro.

Appuntamento quindi lunedì 25 marzo alle ore 9:30 presso l’Unione degli Industriali e delle Imprese di Roma a Via Andrea Noale 206.

Per permettere la partecipazione di tutte e tutti a questo importante appuntamento, è indetto uno SCIOPERO per l’intera giornata LUNEDI 25 MARZO 2013 per il personale turnista e non turnista.

Portate le magliette!

 

Diamo alcune indicazioni su come raggiungere la sede di Confindustria Roma:

con i mezzi pubblici:  Fermata “La Rustica U.I.R” – linea ferrovia metropolitana FR2 (Roma – Tivoli) – la linea FR2 parte dalla stazione Tiburtina

in auto: uscita 15 ” La Rustica” del G.R.A. (distanza dal G.R.A. = 500 mt circa) Altri riferimenti: di fronte alla fermata della linea ferroviaria FR2 “La Rustica U.I.R.”

 Allegato il verbale dell’incontro odierno

La RSU

21/03/2013

Pin It on Pinterest

Share This