MOZIONE DELL’ASSEMBLEA DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI

 L’assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori esprime la propria insoddisfazione per l’esito degli incontri con i vertici dell’Ente, rappresentati dal dott. P. De Vita nell’esplicita veste di Vice Presidente dell’ACI, avvenuti i giorni 23 gennaio e 7 febbraio scorsi.

Nel corso degli incontri l’Ente ha ammesso che sono in corso confronti su tutti i tavoli che riguardano l’ACI (unificazione archivi e spending review) pur negando l’esistenza di un tavolo strutturato al riguardo, ma non fornendo risposte sul necessario coinvolgimento dei lavoratori nella trattativa che li riguarda.

Questa posizione dell’Ente si somma alle interviste rilasciate in più occasioni dal Presidente dell’ACI Sticchi Damiani, nelle quali viene affermato a chiare lettere che l’ACI è pronto ad assumere anche nuove attività della MCTC, in contrapposizione alle affermazioni del  Sottosegretario ai Trasporti D’Angelis che in più interviste ha dichiarato di voler trasferire le funzioni dell’ACI presso la MCTC.

Quindi da una parte c’è chi sta trattando sulla riorganizzazione dell’Ente – riorganizzazione che genererà delle conseguenze su tutti i lavoratori ACI e sulle Società Collegate – e dall’altra l’Ente stesso rifiuta di coinvolgere i lavoratori al riguardo.

L’Assemblea delle Lavoratrici e dei Lavoratori stigmatizza tale atteggiamento evasivo e dilatorio dei vertici dell’Ente, oltretutto in un momento dove si potrebbero segnare i destini dei lavoratori che vi lavorano e senza i quali l’Ente stesso non esisterebbe, e da mandato alla RSU di mettere in campo qualunque iniziativa utile per portare i vertici dell’Ente ad assumere un atteggiamento necessariamente più costruttivo. Perché nessuna riorganizzazione dell’Ente potrà essere effettuata senza il consenso dei lavoratori.

APPROVATA ALL’UNANIMITA’

La RSU

11 febbraio 2014

Pin It on Pinterest

Share This