Continua lo sciopero delle lavoratrici e dei lavoratori delle pulizie a fronte del licenziamento illegittimo di un loro collega da parte della società di pulizie subentrante Helios.

Questa mattina la Direzione di ACI Informatica ha tentato un’opera di mediazione fra i rappresentanti dei lavoratori in lotta e la direzione aziendale della Helios. In tale incontro i rappresentanti dei lavoratori si sono dichiarati disponibili a sospendere lo sciopero qualora l’azienda avesse reintegrato il lavoratore (anche assegnandolo a diversa sede di lavoro su Roma) seppur condizionandolo alle risultanze dell’incontro fra azienda Helios e rappresentanti dei lavoratori che è stato convocato per giovedì prossimo 6 settembre alle ore 10:30 presso la Direzione Provinciale del Lavoro.
L’azienda Helios ha rifiutato tale ipotesi di accordo e pertanto lo sciopero continua.

La RSU di ACI Informatica ritiene la posizione assunta dall’azienda Helios incomprensibile e nociva agli interessi sia delle lavoratrici e dei lavoratori delle pulizie che delle lavoratrici e dei lavoratori di ACI Informatica (peraltro il capitolato d’appalto in base al quale la Helios si è aggiudicata il servizio elenca espressamente – seppur senza citare i nomi ma con indicazione puntuale dei livelli retributivi e delle ore di servizio del personale già in essere presso l’appalto di ACI Informatica – le lavoratrici ed i lavoratori da assumere in servizio) e pertanto dichiara il proprio sostegno alla lotta e la disponibilità a dichiarare lo sciopero a sostegno della vertenza qualora vengano assunti provvedimenti repressivi nei confronti dei lavoratori.

La RSU di Aci Informatica sottolinea che il mantenimento degli attuali livelli occupazionale è anche elemento di garanzia per il mantenimento di adeguati servizi igienici e della salubrità degli ambienti di lavoro.

La RSU 4 settembre 2012

 

Pin It on Pinterest

Share This