ACI, PRA e Motorizzazione

11 Lug

 

Si informano lavoratrici e lavoratori che ieri il Consiglio dei Ministri ha licenziato definitivamente il disegno di legge delega per la riorganizzazione delle Amministrazioni pubbliche. Nel comunicato stampa successivo è contenuto, fra l’altro, il seguente testo: “Accelerazione e semplificazione nei servizi per i cittadini e le imprese Al fine di conciliare i tempi di vita, famiglia e lavoro, riducendo la necessità dell’accesso fisico alle sedi degli uffici pubblici, il Governo è delegato ad adottare uno o più decreti legislativi aventi a oggetto le modalità di erogazione dei servizi ai cittadini, in modo da assicurare la totale accessibilità on line alle informazioni e ai documenti in possesso delle amministrazioni pubbliche, ai pagamenti nei loro confronti, nonché all’erogazione dei servizi, con invio dei documenti al domicilio fisico ove la natura degli stessi non consenta l’invio in modalità telematiche.

I decreti nello specifico si occuperanno di:

  • superamento dell’uso della carta nel normale funzionamento delle amministrazioni, assicurando la trasmissione dei dati e, ove necessario trasmettere documenti, assicurandone la trasmissione in forma telematica;
  • ridefinizione del processo decisionale, anche con riferimento alle forme di partecipazione degli interessati, in relazione all’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e all’applicazione del sistema pubblico dell’identità digitale;
  • previsione dell’aggiornamento continuo, anche previa delegificazione o deregolamentazione, delle modalità di erogazione dei servizi e di svolgimento dei processi decisionali, sulla base delle tecnologie disponibili e del grado di diffusione delle stesse presso gli utenti e di soddisfazione degli stessi;
  • uso di software con standard aperti e non dipendenti da specifiche tecnologie proprietarie;
  • ricorso alla cooperazione applicativa e all’interoperabilità dei sistemi informativi, individuando, per ogni procedimento amministrativo, le forme di interazione dei soggetti interessati con il sistema informativo (Application Program Interfaces – API);
  • obbligo di adeguamento dell’organizzazione di ciascuna amministrazione ai principi di unicità dei punti di contatto con i cittadini e le imprese, con particolare riferimento agli sportelli unici delle attività produttive e agli sportelli unici dell’edilizia, nonché alle previsioni dell’articolo 6 della legge 11 novembre 2011, n. 180;
  • anche al fine di contenere i costi connessi alla proprietà e alla circolazione dei veicoli e realizzare significativi risparmi di spesa per l’utenza, introduzione di unico documento contenente i dati di proprietà e di circolazione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi, da perseguire attraverso il collegamento e l’interoperabilità dei dati detenuti dalle diverse strutture, riorganizzando, mediante eventuale accorpamento, le funzioni svolte dagli uffici del pubblico registro automobilistico dell’Automobile Club d’Italia e dal Dipartimento della motorizzazione civile del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.”

Come già in atto stiamo intensificando i contatti con i responsabili istituzionali di tali provvedimenti al fine, in primo luogo, di reperire l’articolato del disegno di legge delega per poter sviluppare le considerazioni e le strategie di lotta necessarie.

Ricordiamo che il disegno di legge delega ha un iter che prevede la sua presentazione ad una delle due camere del Parlamento, la sua successiva discussione nelle commissioni preposte, il passaggio in aula. Questo iter si ripete per ognuna delle due camere con eventuale ulteriore terzo passaggio in aula in caso di ulteriori modifiche al testo.

Vi terremo costantemente informati consapevoli che questo iter non ci dovrebbe imporre la necessità di mobilitazioni immediate, comunque sempre possibili.

 

SEMPRE UN MINUTO PIU’ DI LORO…..

Si ricorda che è in vigore lo STATO DI AGITAZIONE

La RSU

11 luglio 2014

2 Risposte a “ACI, PRA e Motorizzazione”