Inviamo a tutte e tutti la lettera che consegneremo in mattinata al Presidente ed al Segretario Generale dell’Aci.

Egr. Ing. Angelo Sticchi Damiani
Presidente di Aci
Sede

Egr. Avv. Ascanio Rozera
Segretario Generale di Aci
Sede

 

Roma, 17 dicembre 2012

Oggetto: costi in Aci Informatica

 

Presidente Ing. A. Sticchi Damiani e Segretario Generale Avv. A. Rozera, Vi scriviamo per denunciare un aggravio di costi per ACI Informatica causato da un’iniziativa personalistica e che ci sembra tanto più sconsiderata proprio nella difficile fase che l’intero sistema ACI sta attraversando.

Infatti da lunedì 10 dicembre un numero variabile da un minimo di 2 ad un massimo di 4 guardie giurate armate stazionano nel corridoio del 6° piano della sede di via Fiume delle Perle (in aggiunta al personale di vigilanza già presente all’ingresso).

Riteniamo, peraltro, tale utilizzo in contrasto con quanto previsto dall’articolo 2 dello Statuto dei lavoratori che indica la legittimità dell’utilizzo delle guardie giurate solo a tutela del patrimonio aziendale senza alcuna relazione con le attività lavorative ed al riguardo stiamo valutando con i nostri legali le misure più opportune.

Ribadiamo pertanto al Presidente ed al Segretario Generale dell’ACI che Aci Informatica è una società in house sotto il diretto controllo dell’Aci e non una proprietà privata di chicchessia.

Vi chiediamo pertanto di intervenire per riportare i costi di ACI Informatica sotto il diretto controllo della proprietà, in tale ottica auspichiamo al più presto la definizione del piano industriale dell’Ente, fuori dall’uso personalistico a cui stiamo assistendo.

Attendiamo di conoscere il Vostro parere in merito.

 

Distinti saluti

La RSU di Aci Informatica

Per contatti

rsu@informatica.aci.it

 

 

La RSU

17/12/2012

Pin It on Pinterest

Share This