Si informano lavoratrici e lavoratori che questa mattina la Direzione ci ha comunicato di non aderire alla richiesta della RSU di effettuare le trattenute per l’adesione alla cassa direttamente sullo stipendio, su mandato del lavoratore o della lavoratrice interessata.

La Direzione ci ha comunicato che tale decisione deriva direttamente dalla volontà del Direttore Generale M. Minenna: evidentemente “recuperare un rapporto di fiducia fra lavoratori e management” si mostra una volta di più una pura chiacchiera non sostenuta da alcun comportamento reale.

Che le lavoratrici ed i lavoratori si organizzino per sostenersi reciprocamente in un momento difficile come quello che stiamo attraversando è qualcosa che spaventa la Direzione che, al contrario, auspica che fra colleghi ci sia competizione ed invidia anziché unità e sostegno; tutto ciò non fa che confermarci la validità del percorso intrapreso e accentua la consapevolezza che la solidarietà che le lavoratrici ed i lavoratori esprimono ed hanno sempre espresso nella loro storia è non solo un bene etico e che rende migliore la nostra vita ma anche un potente strumento di lotta.

Naturalmente continua la raccolta di adesioni alla cassa di sostegno 2013 e comunicheremo presto le forme tecniche per ovviare alla vergognosa decisione aziendale.

Aggiungiamo che la Direzione ci ha anche comunicato che, in violazione di quanto previsto dal relativo accordo, ci fornirà la lista degli straordinari da noi richiesta senza i nomi perché ciò rivelerebbe chi non ha aderito allo sciopero degli straordinari durante la vertenza interna, forse ignorando che la RSU ogni giorno compreso il sabato e la domenica ha monitorato l’adesione allo sciopero e dunque sa bene chi ha aderito e chi no.

In ultimo la Direzione ci ha comunicato che conferma la volontà di applicare la penalizzazione per le malattie prevista dal CCNL ma, bontà loro, il conteggio degli eventi partirà dal 10 maggio 2013, data di invio della comunicazione a lavoratrici e lavoratori.

Oggi era previsto alle 11:30 un incontro con la Direzione per iniziare a confrontarci sui “nuovi indici per il salario variabile”, la RSU ha comunicato che alla luce dell’atteggiamento aziendale non è nelle condizioni di poter effettuare tale incontro che pertanto è rinviato.

UNITA’ LOTTA E AUTORGANIZZAZIONE SONO LE CARATTERISTICHE CHE SPAVENTANO LA DIREZIONE E CHE DANNO FORZA ALLE LAVORATRICI E AI LAVORATORI DI ACI INFORMATICA (che ancora aspettano di conoscere il taglio agli stipendi dei dirigenti).

La RSU

12 giugno 2013

Pin It on Pinterest

Share This