COMUNICATO STAMPA DEL 22 FEBBRAIO 2018

COMUNICATO STAMPA DEL 22 FEBBRAIO 2018

Condividi su

COMUNICATO STAMPA DEL 22 FEBBRAIO 2018

Si è svolto oggi il presidio delle lavoratrici e dei lavoratori di Aci Informatica presso il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti per conoscere lo stato dei provvedimenti attuativi del d.lgs. 98/2017 finalizzato al  rilascio di un documento unico contenente sia i dati dell’attuale libretto di circolazione che del certificato di proprietà.

Questa legge, presentata come una riforma del settore, pone a rischio migliaia di posti di lavoro e il presidio pubblico del PRA oggi utilizzato da milioni di cittadini, oltre a rischiare di generare un aumento dei costi per Stato e per gli utenti.

Di fronte alle legittime preoccupazioni delle lavoratrici e dei lavoratori, il Ministro Delrio e la Ministra Madia hanno pubblicamente e formalmente dichiarato di non voler favorire licenziamenti e, nel precedente incontro del 20 dicembre (di cui alleghiamo il relativo comunicato stampa) il MIT ha confermato la disponibilità al confronto prima dell’emanazione dei relativi provvedimenti attuativi.

Pertanto il presidio odierno è stato convocato per sollecitare il mantenimento degli impegni assunti anche alla luce del primo accordo sottoscritto dal Comitato Tecnico Esecutivo il 12 febbraio scorso.

Nel corso del presidio una delegazione di lavoratrici e lavoratori è stata ricevuta dal Dott. Guarente, Responsabile delle Relazioni Sindacali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il quale ci ha fissato per martedì 6 marzo l’incontro richiesto con i responsabili del Ministero confermando che non saranno emanati ulteriori provvedimenti prima dell’incontro stesso.

Le lavoratrici e i lavoratori di ACI Informatica esprimono soddisfazione per l’incontro fissato e sottolineano come ancora una volta solo la mobilitazione permetta di raggiungere gli obiettivi prefissati.

Quella che stiamo conducendo è una lotta lunga e complessa che vede le lavoratrici e i lavoratori di ACI Informatica conquistare un passo alla volta le condizioni necessarie a tutelare le proprie condizioni di vita e di lavoro.

Per questo la nostra determinazione alla lotta ci consentirà come sempre di resistere un minuto più di loro.

 

La Rappresentanza Sindacale Unitaria di ACI Informatica – Roma, 22/02/2018

 

 

COMUNICATO STAMPA SULL’INCONTRO AL MIT DEL 20 DICEMBRE 2017

 

Si è svolto ieri il previsto incontro tra una delegazione della RSU Aci Informatica e il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti rappresentato dal Capo Dipartimento per i trasporti, la navigazione, gli affari generali ed il personale dott. Chiovelli, il Direttore Generale per la Motorizzazione dott. Dondolini e il Responsabile dell’Osservatorio per le relazioni sindacali dott. Guarente.

La RSU di Aci Informatica ha ricordato la specificità e le professionalità delle lavoratrici e dei lavoratori di Aci Informatica che, in quanto società in house dell’ACI, è direttamente coinvolta dall’applicazione del decreto e dagli effetti che questo potrebbe produrre sulle attività svolte per il PRA, senza le tutele occupazionali previste per il personale del pubblico impiego.

La delegazione del MIT ha illustrato il percorso fin qui compiuto per l’attuazione del decreto legislativo 98/2017 di “Razionalizzazione dei processi e gestione dei dati di circolazione e di proprietà di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi, finalizzata al rilascio di un documento unico”.

Dopo una serie di approfondimenti sul lavoro in corso e le prospettive future sugli adempimenti da realizzare, due sono gli elementi principali emersi dall’incontro:

  1. Il MIT ha dato l’indicazione politica di lavorare nel Comitato tecnico esecutivo MCTC/ACI – istituito con il decreto attuativo del 23 ottobre 2017 e pubblicato in G.U. l’11/11/2017 – avendo a riferimento la salvaguardia dei posti di lavoro e pertanto di realizzare il Documento Unico e quanto indicato dal d.lgs. 98/2017 preservando l’attuale sistema e non sottraendo attività né alla MCTC né al PRA;
  2. A verifica di tale impegno il MIT si è impegnato a convocare la RSU di ACI Informatica al termine della fase dei lavori del comitato tecnico finalizzati alla scrittura del “disciplinare tecnico” e del decreto sul modello unificato, prima dell’emanazione di tali provvedimenti normativi.

La RSU di Aci Informatica apprezza la disponibilità del ministero nei termini sopra esposti, che permettono di proseguire il monitoraggio sull’attuazione del decreto a tutela delle lavoratrici e dei lavoratori.

Le lavoratrici e i lavoratori manterranno alta la vigilanza e le mobilitazioni fintanto che non si saranno compiutamente dispiegati gli effetti del provvedimento.

La Rappresentanza Sindacale Unitaria di ACI Informatica – Roma, 21/12/2017

Condividi su