A sostegno delle lavoratrici e lavoratori Spallanzani

A sostegno delle lavoratrici e lavoratori Spallanzani

Condividi su

A sostegno delle lavoratrici e lavoratori Spallanzani

mercoledì 5 luglio ore 18:30 presso il Comitato di Quartiere Alberone (via Appia Nuova, 357)

 

E’ stata fatta una petizione che potete firmare qui: 

https://firmiamo.it/lo-spallanzani-vuole-licenziare-due-lavoratori-fermiamoli

e aperto una specifica casella di posta dove si può mandare la propria solidarietà: 

iostoconalessiaelorenzo@gmail.com

 

Da circa un anno alcuni utenti delle ASL RM2 e RM6 hanno avviato un intervento territoriale sulle problematiche della sanità. In questo percorso si è sempre cercata una relazione con le lavoratrici e i lavoratori del settore e per questo lo scorso 30 maggio abbiamo portato la nostra solidarietà al presidio organizzato da alcuni dipendenti dello Spallanzani in occasione degli 80 anni dell’ospedale e la venuta, per l’occasione, di alcuni responsabili delle politiche sanitarie come il Presidente della Regione Lazio Zingaretti. Le lavoratrici e i lavoratori hanno distribuito alcuni volantini e presenziato all’entrata nella sala del convegno – dove non sono stati fatti entrare così come molti altri lavoratori malgrado ufficialmente invitati.


A seguito del racconto di questa iniziativa fatto in una corrispondenza a Radio Onda Rossa da una lavoratrice e un lavoratore presenti al presidio, due lavoratori dei Cobas sono stati messi sotto inchiesta amministrativa e invitati a presentarsi il prossimo 18 luglio davanti al collegio di disciplina con la minaccia di essere licenziati per “lesa maestà” dell’azienda. Ora oltre al fatto che l’azienda in questione è un bene di tutti, trattasi infatti di ospedale pubblico e non è proprietà della direzione generale, oltre ciò qui assistiamo ad una palese violazione della libertà di espressione.


In occasione della festa di onda rossa, lo scorso 17 giugno, c’è stata una prima chiacchierata fra utenti e lavoratori, si è deciso di rivederci il prossimo mercoledì 5 luglio alle ore 18:30 presso il Comitato di Quartiere Alberone a via Appia Nuova, 357 per continuare a ragionare insieme sull’intervento possibile per aprire una “vertenza sanità”.
Ma visto quanto accaduto, questo appuntamento diventa assolutamente importantissimo per organizzare una campagna di solidarietà e lotta al fianco della lavoratrice e del lavoratore dello Spallanzani a rischio licenziamento.


Invitiamo, dunque, a partecipare tutte e tutti coloro che operano nella sanità o sono interessati a un servizio pubblico, gratuito e che risponde alle necessità dei pazienti a cominciare dai più deboli.

Lavoratori e utenti della sanità pubblica.

 

Quindi se vi va e potete date il vostro contributo alla campagna.

Lavoratrici e Lavoratori Autorganizzati di ACI Informatica – 04/07/2017

Condividi su