2001/2005: Come Eravamo

Condividi su

2001

Settimo contratto integrativo aziendale con miglioramenti sul salario diretto (Premio di Risultato, premio di Produzione, indennità di turno e l’anzianità di livello), sulla formazione e riqualificazione professionale, sulla crescita professionale dei dipendenti CED e le problematiche riguardanti i turni (passaggi di livello ed eliminazione quasi totale delle notti), sull’utilizzo dei “consulenti” (che vengono limitati all 33% della forza lavoro e per i quali si prevede un’informativa sulle modalità di utilizzo e sulle società di appartenenza), sull’organizzazione del lavoro (con assunzioni da concordare a seguito di una verifica puntuale reparto per reparto).

2002

Si realizza il primo accordo a seguito del confronto sull’OdL istituito nel contratto integrativo aziendale appena firmato. Riguarda il servizio di assistenza. Sarà il primo di una lunga serie di accordi su un tema, quello del governo dei processi aziendali, resosi necessario per un utilizzo di personale esterno che mette a rischio le professionalità (e quindi anche il posto di lavoro) di lavoratrici e lavoratori di Aci Informatica. Ma sarà un confronto difficile e aspro, a causa del fatto che normalmente rientra tra le materie curate dal management.
Accordo migliorativo della fruizione di congedi parentali.
Accordo migliorativo della pausa del personale turnista e delle trasferte.

2003

Accordo che regola i diritti per i lavoratori assegnati ai nuovi uffici di via Giolitti a Torino.
Accordi vari sull’OdL
A luglio la Direzione avvia una campagna contro la RSU attraverso il licenziamento di una lavoratrice in prova. Da quel momento è un susseguirsi di attacchi della Direzione e di propaganda verso i lavoratori che si concreta nel tentativo di firmare un accordo con la Fiom territoriale (rappresentata da Marcelli) con introduzione dell’uso di contratti precari (apprendistato ed altro). Da questi fatti si produce una forte spaccatura nell’assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori (ci vorranno 4 anni di duro e quotidiano lavoro sindacale per ricostruire l’unità dell’assemblea) tanto che la RSU in carica decide di dimettersi e le nuove elezioni si svolgono per la prima volta su liste contrapposte, una della Fiom e la nostra di Lavoratrici e lavoratori autorganizzati aderenti alla Confederazione Cobas.

2004

Le elezioni RSU registrano circa il 60% di consensi agli autorganizzati/e (6 delegate/i elette/i) ed il resto alla Fiom (4 delegati/e eletti/e), l’assemblea è comunque riuscita ad imporre alla Fiom la rinuncia al 33% di delegati riservati dal regolamento delle RSU.

2005

Dopo un anno duro e difficile nei rapporti sindacali si realizza l’ottavo accordo integrativo che da un lato produce nuovi aumenti salariali (fondo di produttività, indennità turno e rischio), miglioramenti normativi (contributo per asilo nido, miglioramenti sui congedi parentali e maternità), definizione dell’inquadramento per la divisione ACI Rete) ma dall’altro lato definisce una normativa peggiorativa sul piano salariale ed inquadramentale per i nuovi assunti (il danno viene limitato dal carattere sperimentale e dai limiti numerici dell’accordo)

Condividi su